Età scolare

Questa sezione si concentrerà sulle esigenze del bambino in età scolare.

Il vostro bambino ha già fatto tanti progressi negli ultimi anni e continuerà a progredire nel corso degli anni scolastici. Proprio come quando era più piccolo, forse ci vorrà del tempo prima che il vostro bambino possa raggiungere degli obiettivi, ed alcuni probabilmente rimarranno difficili da raggiungere, ma con gli appositi supporti sia casa che a scuola il bambino potrà continuare a prosperare.

L'associazione PWS-Campania è qui per aiutarvi, siamo in grado di fornire informazioni specifiche per gli insegnanti della scuola di vostro figlio consultando l’opuscolo “Gestire il comportamento-note per lo staff scolastico” .

Gestione del comportamento

A causa di cambiamenti biochimici nel cervello, le persone con la sindrome di Prader-Willi possono sperimentare cambiamenti di umore, ansia, scoppi di ira, testardaggine, rigidità, atteggiamento polemico e avere pensieri e comportamenti ossessivi o compulsivi. Gestire il comportamento è necessario per ridurre i problemi e garantire una vita sicura e di qualità per tutti. 

E’ fondamentale per stabilire e mantenere una routine quotidiana, impostare dei limiti fermi, discutere prima di qualunque cambiamento, e di anticipare e prepararsi per eventuali problemi.
Sarà importante sviluppare relazioni positive tra il bambino e il personale della scuola (insegnanti, amministrazione e personale di supporto) in modo da creare una certa coerenza e continuità tra casa e scuola.

Per maggiori informazioni utili da condividere con il personale della scuola di vostro figlio.

Gestione alimentare a scuola

A scuola però i genitori perdono un po’ il controllo sull’accesso al cibo del loro bambino. La “sicurezza alimentare” deve essere un obiettivo condiviso tra voi e il personale della scuola. Questo significherà che dovrà essere chiaro, ai professionisti che lavorano con il bambino, che sarà necessaria una costante ed adeguata vigilanza in ogni momento, e che ci sono regole specifiche relative al cibo. 

Insegnare al personale scolastico quali comportamenti avere sul cibo sarà il tuo primo passo. Sarà pertanto necessario verificare immediatamente come gestire l'accesso al cibo di un bambino con la PWS. 

Dove si tiene la refezione?
In che modo tenerli sempre sott’occhio?
Il mio bambino ha accesso al bar della scuola o di distributori automatici?
In che modo impedire al bambino di prendere troppo cibo?

La supervisione è un must per il bambino con la sindrome di Prader-Willi.

La loro incapacità di controllarsi allora comporterà che dovrà essere un adulto a garantire che questo non accada. La supervisione è particolarmente importante durante la merenda e il pranzo dove è alta la possibilità di condividere il cibo o addirittura rubarlo. 


Chi sarà in grado di concentrarsi sulla sicurezza di mio figlio durante la ricreazione e il pranzo?
Come farà il personale scolastico a non dimenticare questo importante dovere di vigilanza? Dove si siederà il mio bambino per consumare il suo pasto?
Esiste una regola a scuola che vieta la condivisione del cibo?

Monitorate costantemente l'attuazione delle decisioni prese con il corpo docente. Non abbiate paura di fare domande e di visitare la scuola.

A casa intanto continuate a seguire i suggerimenti riportati nella “Gestione alimentare (0-5)".

Abilità sociali

Per molte ragioni, tra cui problemi di linguaggio, limitazioni fisiche o disturbi neurocognitivi, la maggior parte delle persone con la sindrome di Prader-Willi hanno bisogno di un aiuto supplementare per apprendere adeguate abilità sociali. La terapia spesso inizia in età precoce per aiutare il bambino a sviluppare e rafforzare le abilità sociali e di gioco necessarie per avviare, sviluppare e mantenere genuine, appaganti e durature amicizie.
Le terapie vanno gestite da uno specialista e possono svolgersi sia in gruppo che in sessioni individuali.

Poiché le scuole sono responsabili solo degli aspetti formativi, sarebbe utile seguire delle specifiche terapie per lo sviluppo di adeguate abilità sociali (es. logopedia).

Le persone con la sindrome di Prader-Willi possono essere consapevoli delle loro difficoltà e quindi possono essere a rischio per la depressione.

Condividi questa pagina

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

L'Associazione

ASSOCIAZIONE PER L’AIUTO AI SOGGETTI CON SINDROME DI PRADER WILLI ED ALLE LORO FAMIGLIE - REGIONE CAMPANIA - ONLUS -

Via Madonna di Fatima n. 21
84129 Salerno
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Cod. Fiscale: 95058030651

Seguici su:

twitter-logo-break

Credits

sodalislogo-trasparente-bia

Anche Io sul Web 2012
------------------------------------
Powered by Net Uno S.a.s.

Copyright © Prader Willi Campania 2019

Torna Su